Corviale “Unités d’Habitation” o mostro di periferia metropolitano? di Cinzia Santagati

La serie di foto pubblicata sono state scattate a “Corviale”,  un gigantesco palazzone di circa 800 metri costruito nella periferia romana, noto anche con il nome di “Serpentone”.

La sua molte è veramente impressionante ed è difficile poterlo rappresentare in tutti i suoi aspetti in pochi scatti.

A decine di chilometro di distante scopri che è ancora visibile.

Abito vicino a questo luogo è la tentazione di andare a fotografarlo è stata forte. Così con macchinetta al collo mi sono inoltrata in quel di Corviale…..

 

Qualche cenno storico:

Con il nome “Corviale” o più correttamente “Nuovo Corviale”, si identifica un gigantesco edificio costruito lungo la via Portuense. Doveva essere il primo quartiere satellite o città satellite in grado di offrire ai suoi abitanti tutti i servizi necessari. La logica dell’intervento, rivelatasi ben presto visionaria, si ispira alle soluzioni residenziali del primo razionalismo e presenta chiari riferimenti, sviliti da un’attuazione non corretta nel momento della realizzazione dell’opera, alle teorie sulle “Unités d’Habitation” di Le Corbusier, di cui un esempio solo in parte attuato si trova a Marsiglia.

http://it.wikipedia.org/wiki/Corviale

Questa voce è stata pubblicata in Fantasmi in città. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Corviale “Unités d’Habitation” o mostro di periferia metropolitano? di Cinzia Santagati

  1. Alessandro scrive:

    Splendido reportage, foto molto ben assortite con la 3 e la 8 sopra tutte, secondo me. Una domanda: ma gli abitanti che fine avevano fatto ? a vedere alcune delle tue foto sembra un posto disabitato, ma sappiamo bene che non lo è, anzi…. :-) Ancora complimenti
    Ciao
    Alessandro

  2. Guido scrive:

    bravissima Cinzia, mi piacciono le foto e l’intento reportagistico. Visto il coraggio per aver scelto un soggetto così poco consueto, a questo punto potresti iniziare un progetto fotografico includendo anche gli abitanti e le situazioni di vita quotidiana. voto 10!

  3. Cinzia Santagati scrive:

    Vi ringrazio per i complementi.

    Risposta per Alessandro,
    le foto sono state scattate di domenica pomeriggio.
    Ho preferito un momento poco frequentato perchè volevo dare maggiore enfasi alla architettura e al degrado del luogo.

    Un saluto
    Cinzia

  4. Rosaria Di Nunzio scrive:

    Brava Cinzia!!!
    Hai confermato quanto ipotizzavamo sull’”espressività del Corviale”.
    Le foto dalla 5 alla 11 mi piacciono molto, anche come base di un bel portfolio.
    Complimenti e a presto.
    Ciao
    Rosaria

  5. Pino scrive:

    Bene Cinzia, apprezzabilissima l’idea. Il luogo è sicuramente pieno di spunti e di fantasmi . Se posso aggiungere un giudizio tecnico , su alcune immagini ridurrei un po’ l’apertura delle ombre che rende le immagini troppo surreali, mentre secondo me il posto è estremamente reale! (giudizio personale) COme già acennato da Guido, sicuramente il progetto potrebbe rimanere aperto con la possibilità di aggiungere altre immagini o con persone o con architetture arricchite di particolari. Il serpentone è la, ora sta a te aggredirlo :-) Preferenze: 2,3,6,7,11,12
    Ciao
    Pino

  6. Paolo scrive:

    Cinzia molto interessanti queste immagini!

    Mi piacciono molto alcuni spunti grafici che hai saputo trarre dal luogo sia per gli interni che per gli esterni!

    Che dire …. Ci farai da cicerone? :-)

    Un salutone!
    Paolo

Lascia un Commento