La … dove giocava un bimbo

Qui non si gioca piu'

Qui non si gioca piu’

Villa Lazzaroni Villa Lazzaroni Villa Lazzaroni Villa Lazzaroni Villa Lazzaroni Villa Lazzaroni

 

E’ domenica, piove quel tanto che ti mette addosso quella tristezza e quel non so che di malinconico.

Decido. Prendo la macchinetta e mi ritrovo in quella che, da piccolo, e’ stata la mia “villa”. Villa Lazzaroni e’ un fazzoletto di verde tra via Appia e via Tommaso Fortifiocca.

Qui ci venivo da bambino

Qui ho portato mio figlio nelle prime uscite in carrozzina e in passeggino.

Con il tempo e con gli anni e’ cambiata, ma vederla ridotta cosi’ non ha fatto che accentuare la mia tristezza…

Questa voce è stata pubblicata in Gallerie Fotografiche. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La … dove giocava un bimbo

  1. Pino scrive:

    Bene Fabio, a dire il vero siamo un po’ lenti a presidiare il BLOG anche perchè purtroppo il sistema aiuta poco ma diciamo che avendo un po’ di pazienza qualcuno a commentare passa sempre. :-) Bello articolo il tuo , fatto di ricordi e paralleli con l’infanzia . Evocativa la post che rafforza il concetto di malinconia che tu citi nell’articolo. Se posso suggerire, ti direi di provare a ricercare lo stesso effetto anche con una post meno marcata. Diciamo che le immagini sono già di per se particolarmente evocative. Ma in ogni caso sperimentare è fondamentale . Ciao P

  2. Lory & Bridgitte scrive:

    Ciao Fabio,
    io trovo le tue foto bellissime, e il commento le rende un mezzo per trasmettere si tristezza ma anche magia.
    Grazie quindi per il tuo articolo…..

  3. Paolo scrive:

    Una bella proposta; l’immagine è presentata come sguardo su un ricordo e l’insieme con la didascalia risulta convincente; forse il cancello che è l’unica esplicità è anche di più di quanto necessario a far arrivare il messaggio.
    Un saluto
    Paolo

Lascia un Commento